16/09/2021

La pistola massaggiante, delle origini storiche e gli studi scientifici alle applicazioni nell’allenamento fisico e rieducativo funzionale

di Emilio Troiano
Indice

Massage Gun, sei sicuro di conoscerne le caratteristiche e i benefici del suo utilizzo?

Sebbene a primo occhio possa sembrare un semplice strumento per il massaggio, la Massage Gun nasconde benefici che vanno al di la del mero rilassamento dei tessuti muscolari sui quali viene applicata.

E questo lo hanno compreso molto bene da oltre 10 anni a questa parte negli Stati Uniti d’America, nei quali la Massage Gun viene utilizzata in pianta stabile in ogni contesto legato non solo alla Salute e al Benessere, ma anche alla Performance Atletica e Sportiva.

A supporto di quanto questo strumento sia efficace a 360°, oltreoceano hanno condotto diversi studi scientifici che ne dimostrano come i tessuti molli (muscoli, tendini e tessuto connettivo fasciale), beneficiano in modo esponenziale dalla somministrazione continua e graduale di percussione e vibrazione.

Il principio essenziale su cui si basa l’efficacia della Massage Gun è proprio questa duplice funzione, percussione e vibrazione, che permette ai tessuti che ne ricevono la stimolazione meccanica continua (onda sonora), di adattarsi sia a livello fisiologico che sul piano neurologico, di modo da ottenere effetti biologici e funzionali in maniera più rapida di ogni altra strategia di lavoro.

Gli effetti biologici della percussione e vibrazione risultano legati all’attivazione di specifiche catene enzimatiche e alla produzione di specifici fattori di crescita, responsabili sia dell’aumento della vascolarizzazione locale che dei processi di riparazione dei tessuti.

In sostanza le parti del corpo (tessuti molli), sottoposti a percussioni e vibrazioni meccaniche localizzate, rispondono all’aumento dell’attività metabolica intorno all’area trattata, accelerandone il processo di riparazione cellulare e quindi dei tessuti.

Gli effetti neurologici sono addirittura più interessanti, e ne parleremo nello specifico nella seconda parte di questo articolo.

Storia delle terapie percussive e vibrazionali

Studiandone le origini è interessante osservare come gli effetti e i benefici delle terapie percussive e vibrazionali fossero note fin dall’antichità.

Nel 3000 a.C. in India il massaggio percussivo, grazie ai benefici che apportava al benessere delle persone, era addirittura considerato una terapia sacra.

Anche gli antichi Egizi ritenevano la pressione in specifiche aree del corpo, una terapia estremamente efficace per la guarigione della persona.

Riguardo le terapie vibrazionali, furono i medici dell’antica Grecia ad inventare le prime macchine vibranti per trattare il recupero dei soldati infortunati.

Nel 1800 in Svezia il Dr. Per Henrik Ling (medico, ginnasta e insegnante), il precursore delle tecniche di Massaggio Svedese, creò un metodo conosciuto come “Swedish Movement Cure”, basato sull’utilizzo delle pressioni sui tessuti molli per ridurre i dolori cronici.
E questo aprì la strada ad altri suoi colleghi medici che ne traettero ispirazione anche in altri contesti applicativi.

Sempre nel 1800 il precursore della palestra moderna, il Dottore svedese Jonas Gustav Zander, introdusse l’utilizzo delle vibrazioni meccaniche nell’ambito fisico-sportivo dimostrandone l’efficacia sia per la crescita muscolare che per la riduzione del grasso corporeo.

Nel 1950, anno di costituzione della American Massage Therapy Association (AMTA), l’utilizzo delle percussioni manuali e meccaniche venne legittimato scientificamente per i suoi effetti terapeutici, e nel 1960 i ricercatori scientifici iniziarono a studiare gli effetti riabilitativi anche delle vibrazioni meccaniche.

La Scienza alla base, gli effetti localizzati e globali dell’utilizzo della Massage Gun

Gli effetti localizzati sull’area trattata

La legge di Davis, che viene utilizzata in Anatomia e Fisiologia per descrivere come i tessuti molli si adattano in base alla tipologia di sollecitazione esterna che ricevono, dimostra come si può ottenere un rimodellamento di muscoli, tendini e tessuto connettivo fasciale, ai fini sia della riparazione dei tessuti (qualora siano soggetti a lesioni in atto), che per il corretto funzionamento degli stessi in normali condizioni.
Sappiamo infatti dell’importanza del corretto allineamento delle fibre che costituiscono i tessuti molli, tale da riuscire ad esprimere e trasferire in maniera ottimale il movimento dei segmenti del corpo nello spazio. Se queste fibre non sono perfettamente allineate, durante i movimenti quotidiani e i gesti sportivi, da una parte si alza il rischio di incorrere in lesioni e dall’altra non si ottimizza il movimento sia se si parla di normali attività motorie quotidiane, sia soprattutto nei contesti di gesti neuro-motori sportivi eseguiti ad alta intensità.
Allora è di vitale importanza tanto per prevenire infortuni, quanto per massimizzare le attivazione muscolari nella performance atletica, permettere alle fibre dei tessuti molli, di esprimere tensione meccanica nel rispetto della propria costituzione e fisiologia.

A questo punto risulterà ancora più chiaro quanto sia importante l’utilizzo della Massage Gun, nel riposizionamento ottimale dei tessuti molli, sia come lavoro di defaticamento post allenamento/gara, che come preparazione alla stessa prestazione, di modo da avere una forte incidenza tanto in termini di prevenzione infortuni, quanto per permettere all’atleta di esprimersi al meglio durante gli schemi motori.

Altra risposta localizzata dell’applicazione delle percussioni e delle vibrazioni meccaniche, riguarda un fenomeno molto importante per l’allenamento e il recupero, la Tissotropia o Tixotropia.
Questa riguarda la proprietà di alcuni fluidi sotto cutanei di variare la loro viscosità quando vengono sottoposti a sollecitazioni percussive. In queste condizioni il fluido può passare dallo stato di grasso pastoso quasi solido a quello di liquido. In definitiva i fluidi all’interno della fascia (intra ed extra cellulari) diventano meno viscosi, più liquidi e quindi agevolano l’esecuzione dei movimenti a carico dei muscoli e delle articolazioni coinvolte durante gli allenamenti fisici e le normali attività quotidiane/lavorative.

Chiudiamo con un’altro effetto locale della terapia percussiva che aiuta sia a recuperare più velocemente dall’allenamento che a preparare meglio i tessuti muscolari in vista dell’allenamento stesso: l’aumento di afflusso di circolazione sanguigna a livello muscolare.
Gli studi hanno dimostrato come le percussioni sui tessuti molli associate alle vibrazioni (grazie all’utilizzo della Massage Gun), apportino molto più flusso sanguigno sia come quantità che come velocità rispetto alle semplici vibrazioni meccaniche. Questo dipende dalla duplice azione sia dalla frizione della testa della pistola massaggiante che dalla stimolazione dell’ossido nitrico, le quali portano alla dilatazione dei vasi sanguigni (vasodilatazione).

Gli effetti globali sull'intero corpo

Passando agli effetti che hanno una duplice valenza, sia locale che globale, riguardo l’applicazione delle terapie percussione e vibrazionali, non possiamo che chiamare in causa la Meccanotransduzione, processo secondo il quale lo stimolo meccanico della pressione associata alla vibrazione si converte a livello cellulare in una attività chimica e in un segnale nervoso attraverso i meccanorecettori che ne permettono una risposta non solo a livello locale dell’applicazione del trattamento, bensì anche a livello distale e globale.

In poche parole, tramite la stimolazione di determinati meccanorecettori (fusi neuro-muscolari, organi tendinei del Golgi, corpuscoli di Ruffini e Pacini, prossimità delle terminazioni nervose), possiamo accelerare o diminuire le funzionalità di determinate aree del corpo, agendo sui Sistemi Nervoso Simpatico (acceleratore delle funzionalità dell’organismo) e Parasimpatico (decelleratore delle funzionalità dell’organismo).

Questo apre ad uno scenario che va oltre la semplice applicazione all’allenamento in se come fattore meccanico, ma permette di agire anche sull’intero sistema corpo a più ampio raggio tramite l’influenza sul Sistema Nervoso Autonomo.

Sempre in relazione alla stimolazione dei meccanorecettori, gli studi scientifici hanno dimostrato la valenza della Massage Gun in altri due contesti molto interessanti sia in ambito terapeutico che di allenamento fisico:
1) riduce la percezione del dolore del corpo a livello globale. Questo perché la percussione invia segnali ai centri di controllo del dolore a livello della corteccia cerebrale (a livello talamico) per diminuire il dolore stesso;
2) altro aspetto interessante a livello nervoso per quanto riguarda il rilassamento del tono muscolare, è che il segnale che riceve una specifica area del corpo come stimolazione a seguito della percussione, tramite l’attivazione cortico-spinale del midollo spinale, trasferisce lo stesso stimolo anche all’area contro-laterale del corpo. Ad esempio, lavoro sull’epicondilo del gomito destro, ho un’azione anche sull’epicondilo del gomito sinistro.

I Benefici dell’utilizzo della pistola massaggiante Massage Gun

Benefici ed effetti generali

1) Diminuisce dolore e affaticamenti muscolari, diminuisce le tensioni muscolari, incrementa il range di movimento delle singole articolazioni agevolandone la mobilità articolare e l’esecuzione dei movimenti del corpo.

2) Utilizzo complementare ai massaggi/terapie manuali. Li rende più efficaci in quanto si combina l’azione delle vibrazioni e pressioni col lavoro manuale che risulterà più semplice ed efficace.

3) Miglioramento della funzionalità dei tessuti molli, avendo come risultato migliori capacità di esecuzione dei movimenti e miglior benessere generale.

4) Migliora la circolazione periferica di ritorno sia a livello sanguigno che linfatico, permettendo un miglior smaltimento delle tossine muscolari anche post allenamento/sforzo fisico/stress quotidiano.

5) Benefici sul piano del rilassamento generale della persona, terapia anti-stress.

Benefici ed effetti sul piano terapeutico

1) Pre-massaggio: per aumentare la circolazione sanguigna, diminuire la tensione muscolare e rilassare le aree di dolore.

2) Durante il massaggio, migliora la funzionalità dei tessuti molli, riduce la tensione muscolare, riduce la sensazione di dolore, migliora la circolazione sanguigna e migliora il recupero.

3) Dopo il massaggio, aiuta la persona a rilassarsi, migliora il range di movimento, aiuta a rienergizzare il cliente e a rimetterlo in piedi (riattivarlo).

4) Autotrattamento per i Terapisti per ridurre le tensioni muscolari dopo una giornata di lavoro fisico manuale.

Benefici riguardo l’Allenamento fisico

Nell’allenamento:

1) Prima dell’allenamento, nella fase di Warm Up, prepara i tessuti molli elasticizzandoli e riallineandoli lungo la direzione delle proprie fibre, tali da prevenire gli infortuni durante la sessione di allenamento e predisporla ad essere più efficace.

2) Durante l’allenamento nel Workout, migliora l’afflusso sanguigno ai muscoli e la ricettività neuro-muscolare (propriocezione e coordinazione intra e inter muscolare).

3) Dopo l’allenamento nella fase di defaticamento, accelera il recupero e contribuisce a prevenire il sovrallenamento.

Nei giorni di riposo:

1) Aiuta ad accelerare il recupero tra una sessione di allenamento e la successiva;

2) Permette di detensionare i tessuti dopo una giornata di lavoro, scaricando le tensioni e aiutando a riposare meglio durante il sonno.

Perché specializzarsi sull’utilizzo della pistola massaggiante Massage Gun

La terapia percussiva ha cambiato il modo di approcciarsi all’allenamento fisico, al recupero e al Movimento in senso lato. Ma come spesso accade quando si presentano le nuove modalità nel mercato del fitness, sport, salute e benessere, pochi ne hanno compreso realmente le potenzialità.

Ecco che dopo diversi anni di studi e formazione specifica, corredati da centinaia di ore di applicazione sul campo, abbiamo deciso di divulgare le nostre conoscenze tecniche su questo che riteniamo uno strumento imprescindibile per un Personal Trainer/Preparatore Atletico/Riabilitatore, attraverso un Corso di Formazione specifico, pratico ed essenziale, aperto a tutti coloro che vogliono avere uno step aggiuntivo determinante per il proprio percorso formativo professionale.

Cosa imparerai al Corso di Formazione Online

1) Principi scientifici alla base dell’utilizzo della Massage Gun;

2) Procedure di impiego, limitazioni e controindicazioni da conoscere prima dell’utilizzo della Massage Gun;

3) Come settare la Massage Gun in base alla tipologia di protocollo e di cliente;

4) Fondamenti di Anatomia Palpatoria;

5) Fondamenti di riflessologia e di trattamento Trigger Point;

6) Come utilizzare la Massage Gun nell’auto-trattamento;

7) Come utilizzare la Massage Gun sui clienti;

8) Strategie di utilizzo della Massage Gun nell’Allenamento (Warm Up, Workout, Cool Down);

9) Come utilizzare la Massage Gun nel pre-gara per gli atleti dei vari sport;

10) Strategie di utilizzo della Massage Gun complementari al massaggio sportivo, posturale e rilassante;

11) Applicazione della Massage Gun per le principali infiammazioni tendinee;

12) Come valorizzare la specializzazione in Massage Gun Specialist, comunicazione e marketing.

Commenti
Per commentare devi prima eseguire la registrazione.

Iscriviti subito
Potrebbero interessarti
La ripresa dell’attività fisica, da quale allenamento ripartire per rimettersi in forma
L’Allenamento per la Corsa, cosa devi sapere e cosa devi fare per migliorare le tue prestazioni
Crossfit e Calisthenics in comune gli infortuni
Come allenare i glutei in maniera efficace e funzionale
La preparazione fisica funzionale nelle Arti Marziali
Torna agli articoli