Intervista al Trainer WTA Patrizia Camoglio di Sassari

intervista-patrizia-camoglio-sassari-pic.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista al Trainer WTA

1) Nome: Patrizia Camoglio.

2) Età: 43 anni.

3) Dove vivi: Sassari.

4) Cosa fai nella vita: impiegata nell’ azienda di famiglia ed Istruttrice in Palestra.

5) Che tipo di Sport pratichi o hai praticato e da quanti anni: Muay Thai negli ultimi dieci anni ma non solo.

6) Che tipo di formazione hai nel mondo del Training: passo più tempo in palestra che a casa, ho frequentato lezioni di boxe, ginnastica artistica, acrobatica, nuoto, acquagym e acquacircuit e non so che altro! Sono istruttore di Muay thai, di Ghirisport, di fitness musicale e Cardio combact dance…. E di functional training naturalmente!

7) Quando hai conosciuto il Functional Training: venendo dal mondo degli sport da combattimento tutta la prepugilistica è allenamento funzionale! Ma solo un anno fa ho visto, tramite i video di Emilio, la possibilità di introdurre carichi esterni senza crear ipertrofia e ammazzare di noia la gente!

8) Perché hai deciso di avvicinarti al Functional Training: per poter incrementare la parte anaerobica degli allenamenti diminuendo i tempi di lavoro grazie ad attrezzature che lavorano anche in eccentrica e protocolli di lavoro con routine sempre diverse e divertenti.

9) Perché hai deciso di frequentare un corso di formazione WTA: per imparare ad utilizzare le attrezzature nel miglior modo possibile.

10) Quale era il tuo limite fisico personale, prima di cimentarti col Functional Training WTA: i polsi, troppo sollecitati in compressione dal lavoro al sacco ed ai pao. Adesso sono rinati grazie alle Clubs.

11) Quali corsi di formazione hai fatto con la WTA: Istruttore di Functional Training.

12) Quale è stato il tuo impatto col Functional Training: mi si è aperto davanti un mondo nuovo.

13) Che differenze hai provato tra i corsi di formazione fatti con la WTA e i tuoi precedenti corsi: molta pratica e molte basi ma senza costrizioni di metodo, la possibilità di poter fondere le mie vecchie conoscenze con le nuove senza imposizioni di sorta.

14) Dopo la tua formazione con la WTA, in cosa è cambiato il tuo personale allenamento: nei tempi riesco fondere la parte cardio e quella di pesistica in una sola sessione soprattutto senza noia.

15) Dopo la tua formazione con la WTA, in cosa è cambiato la tua filosofia di lavoro coi tuoi clienti: non costringo più i miei atleti a serie infinite di addominali o meglio glieli faccio fare senza che se accorgano!

16) Torneresti a fare un altro corso WTA e se si, perché: assolutamente si ho ancora troppo da imparare.

17) Quale tematica del Functional Training ti piacerebbe approfondire in un futuro corso di formazione WTA: la parte del corpo libero che io adoro.

18) Alla luce di quello che ha portato al tuo modo di vivere e insegnare l’allenamento, a chi consiglieresti di cimentarsi con la filosofia Functional Training della WTA: onestamente a chiunque, è un tipo di allenamento che non solo aumenta le perfomance sportive ma aiuta a vivere meglio, i miei allievi non sanno più cosa sia il mal di schiena!

19) Quale corso della WTA in particolare consiglieresti di frequentare ad un tuo amico: uno qualunque la filosofia è sempre la stessa, il benessere.

20) Credi che continuerai a vivere ed interpretare il Training con questa filosofia: assolutamente si, WTA FOR EVER!