Intervista al trainer WTA Cosimo Laguardia di Cerignola (Foggia)

intervista-cosimo-laguardia-pic

 

 

 

 

 

 

Intervista al Trainer WTA

1) Nome: Cosimo Laguardia.

2) Età: 45 anni.

3) Dove vivi: Cerignola (FG).

4) Cosa fai nella vita: Infermiere professionale, Preparatore Atletico.

5) Che tipo di Sport pratichi o hai praticato e da quanti anni: da oltre 30 anni Arti Marziali a livello specialistico.

6) Che tipo di formazione hai nel mondo del Training: qualificato Allenatore, Istruttore, Maestro dalla F.I.TA. Federazione Italiana Taekwondo Olimpico. Istruttore centro Osservatorio motorio del CONI per l’attività giovanile, Istruttore CAS, Atleta di livello nazionale con 4 titoli Italiani e 6 volte vicecampione d’Italia, preparatore atletico di atleti di Alta Specializzazione Agonistica sia nella specialità Forme che Combattimento (ho atleti sia in nazionale Italiana di forme che di combattimento, tanto che uno dei miei ha partecipato con la nazionale ai Giochi olimpici universitari di Shenzen in Cina nel 2011). Membro della Commissione Tecnica della FITA Puglia, già Direttore Tecnico Regionale e Direttore Tecnico dell’ASD Olimpic Studio dal 1990. Qualificato Istruttore dalla Accademia Europea EWTO WingTsun di Hokkenheim in Germania e dalla Accademia Nazionale WTOI di Livorno con il grado internazionale di 3° T.G. e la qualifica di Sifu rilasciata dalla IWTA di HongKong e dal World Martial Arts Instructors Council.

7) Quando hai conosciuto il Functional Training: nel 2011.

8) Perché hai deciso di avvicinarti al Functional Training: ho capito che la logica e i principi a cui si ispira sono intelligenti e versatili.

9) Perché hai deciso di frequentare un corso di formazione WTA: mi ha colpito la completezza di formazione proposta e la professionalità del M° Emilio Troiano.

10) Quale era il tuo limite fisico personale, prima di cimentarti col Functional Training WTA: sto cercando di disegnare il mio percorso, al momento attuale non ho indici di riferimento.

11) Quali corsi di formazione hai fatto con la WTA: Istruttore di Functional Training e Wokshop su Flyng Suspension Training e Kettlebell

12) Quale è stato il tuo impatto col Functional Training: molto positivo e ho trovato ottimo riscontro nelle aspettative.

13) Che differenze hai provato tra i corsi di formazione fatti con la WTA e i tuoi precedenti corsi: un completamento nella formazione, comunque un ottimo livello.

14) Dopo la tua formazione con la WTA, in cosa è cambiato il tuo personale allenamento: una visione più globale nel concetto di preparazione e una rivisitazione molto utile del concetto di allenamento con i sovraccarichi.

15) Dopo la tua formazione con la WTA, in cosa è cambiato la tua filosofia di lavoro coi tuoi clienti: mi propongo di promuovere il FT non solo con gli atleti agonisti di medio e alto livello, ma su una proposta formativa più ampia.

16) Torneresti a fare un altro corso WTA e se si, perché: si perché trovo il Master Trainer Troiano qualificato ed un percorso chiaro.

17) Quale tematica del Functional Training ti piacerebbe approfondire in un futuro corso di formazione WTA: aspetto solo l’occasione per completare e perfezionare le dinamiche di kettlebell, Clubs e Flyng e acquisire la certificazione di Primitive Functional Movement.

18) Alla luce di quello che ha portato al tuo modo di vivere e insegnare l’allenamento, a chi consiglieresti di cimentarsi con la filosofia Functional Training della WTA: a tuti coloro che voglio scoprire