Il Sistema Tactical Functional Training®-Army nella preparazione fisica dei militari vincitori del trofeo di Capo di Stato Maggiore dell’Esercito 2016

vincitori-del-trofeo-di-capo-di-sme-2016

Articolo a cura dell'Istruttore di Tactical Functional Training®-Army
Serg. f. (par) Christian MUCEDOLA del Comando per la Formazione Specializzazione e Dottrina dell’Esercito di Cesano (Roma)

Lo scorso 18 Novembre 2016, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il Generale di Corpo d’Armata Danilo ERRICO, si è conclusa presso la Scuola di Fanteria di Cesano (Roma) la terza edizione del “Trofeo del Capo di SME”.

La manifestazione sportiva, organizzata dallo Stato Maggiore Esercito ha riguardato militari di ogni ordine e grado, che provenienti da diversi Enti e Reparti dell’Esercito, hanno gareggiato tra loro in una serie di gare comprendenti discipline sportivo-militari. Nello specifico, quattro le prove previste dal regolamento: il C.A.G.S.M. (Campo Addestrativo Ginnico Sportivo Militare), la marcia zavorrata di 10 chilometri con zaino dal peso di 10 chilogrammi, il lancio della Bomba a Mano e i tiri con fucile d’assalto ARX 160 a 100 metri, attività che rientrano nel normale ciclo addestrativo e che vengono ripetute nel corso dell'anno per mantenere elevato il livello di preparazione fisica.

I team qualificati per le finali sono giunti alla Scuola di Fanteria e hanno gareggiato suddivisi in due aree: la prima di queste costituita da personale dell'Area Formativa, Territoriale e Logistica e la seconda da personale dell'Area Operativa.

Sul gradino più alto del podio sono salite rispettivamente, la squadra del Comando per la Formazione Specializzazione Dottrina dell’Esercito e dell’8° Reggimento Alpini di Venzone.

Nello specifico, meritano particolare menzione i risultati raggiunti dagli atleti appartenenti alla squadra del Comando per la Formazione Specializzazione e Dottrina dell’Esercito che hanno raggiunto i tre gradini più alti della classifica individuale: C.le Magg. Alfio CASTELLI, 1° C.le Magg. Ilario PASCUZZO, 1° C.le Magg. Francesco Paolo DI CAPUA. Inoltre, il C.le Magg. Alfio CASTELLI ha fissato il nuovo record di Forza Armata nell’esecuzione del C.A.G.S.M., fermando il cronometro a 2’05”.

Gli eccellenti risultati ottenuti dalla Squadra sono da ascrivere principalmente alla tipologia di allenamento, curata dal sottoscritto con la supervisione del responsabile Tecnico e Tattico, il Col. Angelo BORSA, svolto dagli atleti durante la fase di preparazione al Trofeo.

Nello specifico, tenendo conto della periodizzazione e programmazione e considerando come obiettivo primario l’incremento della forza si è redatto un programma di allenamento della durata di 3 mesi diviso in tre mesocicli.

Nel periodo preparatorio e competitivo, oltre alla preparazione organica e muscolare in schemi ordinari di allenamento, è stato attuato con una frequenza di 3 sedute a settimana il Tactical Functional Training®-Army (T.F.T.-Army).

Il Sistema T.F.T.-Army è stato adottato dopo un’attenta valutazione anamnestica e visiva posturale (statica, dinamica e motoria), mettendo in evidenza come obiettivi finali la prevenzione degli infortuni e il raggiungimento della prestazione ottimale e come obiettivi specifici l’aumento della mobilità articolare, delle qualità coordinative (generali e speciali) e delle qualità condizionali (forza, velocità, potenza e resistenza).

Durante le sedute di allenamento, gli atleti sono stati sottoposti ad una serie di esercizi effettuati a corpo libero, sfruttando il concetto del Primitive Functional Movement®, per allenare la mobilità articolare. Mentre, per l’incremento della reattività, della forza e della resistenza anaerobica e aerobica, i componenti della squadra hanno svolto serie di esercizi con l’utilizzo degli attrezzi caratteristici del Tactical Functional Training®-Army: Kettlebells, Clubs e Flying Suspension Training.